Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche

Via G.Salvemini, n°1 06126 Perugia - Tel. 075 3431 - Fax. 075 35047 - C.F. e P.IVA 00150090546                                      mercoledì 14 aprile 2021 | 18:45:53
Sei in : HOME PAGE >> Attività Istituzionali >> Centri di Referenza >> Molluschi Bivalvi Vivi >> Presentazione e Compiti

PRESENTAZIONE E COMPITI



L'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche Sede di Ancona è stato riconosciuto Centro di Referenza per il controllo chimico e microbiologico dei molluschi bivalvi (CEREM) con Decreto del Ministero della Salute del 13 febbraio 2003". Con comunicazione del 29 novembre del 2006 (protocollo del Ministero della Salute Dipartimento per la Sanità Pubblica Veterinaria, la Nutrizione e la Sicurezza Alimentare Ufficio II, protocollo Uff. II ex DGVA/43002/P-I.4.d.a) l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche Sede di Ancona è stato designato Laboratorio Nazionale di Riferimento (LNR) per il controllo delle contaminazioni batteriche dei molluschi bivalvi ai sensi del Reg. (CE) n.882/2004, art. 33.

Il Centro di Referenza per il controllo chimico e microbiologico dei molluschi bivalvi (CEREM), concentrando in un unico polo le conoscenze in materia di controllo dei molluschi bivalvi, ha come finalità la formazione, la consulenza e la ricerca nel campo del controllo sanitario della produzione dei molluschi bivalvi. Compito prioritario è quindi fornire un supporto tecnico scientifico ai produttori e alle autorità competenti centrali e locali.
Per raggiungere tale finalità gli obiettivi peculiari del CEREM sono:

  • Affiancare le autorità competenti nelle attività di audit con particolare riferimento agli audit ministeriali e agli audit del FVO.
  • Effettuare consulenza alle autorità competenti sulla valutazione dei piani di sorveglianza delle zone di raccolta dei molluschi bivalvi.
  • Effettuare consulenza alle autorità competenti e ai produttori nella interpretazione delle linee guida italiane e europee sull’applicazione nel settore dei molluschi bivalvi dei regolamenti 853 e 854 del 2004.
  • Creare una guida per il corretto caricamento delle informazioni sanitarie e ambientali delle zone di produzione dei molluschi bivalvi sul database nazionale.
  • Valutare gli andamenti delle contaminazioni microbiologiche e chimiche delle zone di produzione dei molluschi bivalvi su scala nazionale.
  • Valutare efficienza ed efficacia dei diversi tipi di controllo (anche internazionali extraeuropei) delle zone di produzione dei molluschi bivalvi sia per l’inquinamento microbiologico che chimico.
  • Effettuare annualmente eventi formativi rivolti alle autorità competenti sulle principali criticità del controllo della produzione dei molluschi bivalvi.
  • Effettuare ricerche nei seguenti campi:
    • Associare i dati sulle diverse contaminazioni microbiologiche e chimiche delle zone di produzione dei molluschi bivalvi con i dati ambientali
    • Effettuare una valutazione del rischio della contaminazione chimica delle zone di produzione dei molluschi bivalvi
    • Effettuare una valutazione del rischio della contaminazione microbiologica delle zone di produzione dei molluschi bivalvi
    • Effettuare una valutazione del rischio delle attività di depurazione e stoccaggio nei confronti della contaminazione microbiologica dei molluschi bivalvi

Il CEREM e LNR operano secondo la UNI EN ISO 17025.
In campo internazionale, il CEREM e LNR collaborano oltre che con Istituti di ricerca, con i Laboratori Europei di Riferimento inerenti il settore: EU reference laboratory for the analysis and testing of zoonoses (Salmonella) (National Institute for Public Health and the Environment (RIVM), Centre for Zoonoses and Environmental Microbiology, Bilthoven, Paesi Bassi), EU reference laboratory for Escherichia coli (Istituto Superiore di Sanità, Roma), EU reference laboratory for the monitoring of marine biotoxins (Vigo ,Spagna), per la classificazione ed il monitoraggio delle aree di produzione dei molluschi bivalvi.
Attività:
  • confermare, ove previsto, la diagnosi effettuata da altri laboratori;
  • attuare la standardizzazione e validazione delle metodiche di analisi;
  • coordinamento dell'attività dei Laboratori di Controllo Ufficiale;
  • organizzare e gestione di“ring test” tra gli IIZZSS;
  • utilizzare e diffondere i metodi ufficiali di analisi;
  • supporto tecnico-scientifico al Ministero della Salute e all'Autorità Competente;
  • formazione per il personale degli IIZZSS e dei servizi veterinari;
  • effettuare attività di training per il personale degli IIZZSS e altri istituti di ricerca;
  • predisporre piani d’intervento;
  • collaborare con altri centri di referenza europei o di paesi terzi;
  • attività di ricerca scientifica con progetti e collaborazioni con altri centri di ricerca italiani e internazionali;
  • attività didattica per istituti superiore e universitari.


Servizio Civile Nazionale.  Sistema Nazionale per l'accreditamento dei laboratori. 



© 2006 Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche.  All rights reserved.