Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche

Via G.Salvemini, n°1 06126 Perugia - Tel. 075 3431 - Fax. 075 35047 - C.F. e P.IVA 00150090546                                      giovedì 21 gennaio 2021 | 19:32:0
Sei in : HOME PAGE >> Amministrazione Trasparente >> Amministrazione Trasparente >> Altri contenuti - Accesso civico

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO



(art. 5, comma 2 D. Lgs. n. 33/2013)

È il diritto di chiunque di richiedere documenti, informazioni o dati detenuti dalle pubbliche amministrazioni ulteriori rispetto a quelli che esse hanno l’obbligo di pubblicare, nel rispetto dei limiti stabiliti dall’art. 5-bis del Decreto (art. 5, comma 2, D. Lgs. n. 33/2013).

COME EFFETTUARE LA RICHIESTA
L’istanza di accesso civico generalizzato, contenente le complete generalità del richiedente coni relativi recapiti e numeri di telefono, identifica i dati, le informazioni o i documenti richiesti.
Può essere trasmessa per Posta o per via telematica, secondo le modalità previste dal Codice dell’Amministrazione Digitale di cui al D.Lgs 82/2005 e ss.ii.mm.., all’indirizzo PEC Aziendale:protocollo.izsum@legalmail.it, oppure, tramite Raccomandata, al seguente indirizzo: Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche – via G. Salvemini, 1 – 06126 Perugia, circa le modalità di trasmissione e la identificazione del richiedente, si rinvia a quanto stabilito dal punto 3.2 e punto 3.3 della Circolare n. 2/2017 del Ministro per la semplificazione e la Pubblica Amministrazione.
Il Responsabile della Struttura, competente a fornire la risposta al richiedente, deve segnalare la richiesta di accesso civico generalizzato al Responsabile della Trasparenza.

Il richiedente, nei casi di diniego totale o parziale dell’accesso o di mancata risposta entro il termine previsto, ovvero i controinteressati, nei casi di accoglimento della richiesta di accesso, possono presentare richiesta di riesame al Responsabile della Trasparenza dell’ Istituto, che decide con provvedimento motivato, entro il termine di venti giorni.
Se l’accesso è stato negato o differito a tutela della protezione dei dati personali in conformità con la disciplina legislativa in materia, il suddetto Responsabile della Trasparenza provvede, sentito il Garante per la protezione dei dati personali, il quale si pronuncia entro il termine di dieci giorni dalla richiesta.
A decorrere dalla comunicazione al Garante, il termine per l’adozione del provvedimento da parte del Responsabile della Trasparenza è sospeso, fino alla ricezione del parere del Garante e comunque per un periodo non superiore ai predetti dieci giorni.

Avverso la decisione del Responsabile del procedimento o, in caso di richiesta di riesame, avverso quella del Responsabile della Trasparenza, il richiedente può proporre ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale ai sensi dell’articolo 116 del Codice del del processo amministrativo di cui al D.Lgs, n.104/2010.



Ultimo aggiornamento: 13.07.2020
Lista Documenti da scaricare

Servizio Civile Nazionale.  Sistema Nazionale per l'accreditamento dei laboratori. 



© 2006 Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche.  All rights reserved.