Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche

Via G.Salvemini, n°1 06126 Perugia - Tel. 075 3431 - Fax. 075 35047 - C.F. e P.IVA 00150090546                                      venerdì 4 dicembre 2020 | 12:2:53
Sei in : HOME PAGE >> Attività Istituzionali >> Centro Regionale di Farmacovigilanza Veterinaria >> Segnalazione di sospetta reazione avversa

SEGNALAZIONE DI SOSPETTA REAZIONE AVVERSA



Quando segnalare?

Bisogna segnalare al Ministero della Salute ed ai Centri regionali di farmacovigilanza ogni sospetta reazione avversa di un medicinale veterinario sull’animale o sull’uomo o eventuale mancanza di efficacia. Se la segnalazione è riferita da veterinari o farmacisti, deve essere effettuata entro sei giorni lavorativi per le reazioni avverse gravi, ed entro quindici giorni lavorativi per tutte le altre.

Chi può segnalare?

Veterinari, farmacisti e chiunque ha motivo di ritenere che dall’utilizzo di un medicinale veterinario si abbia una sospetta reazione avversa

Quali reazioni avverse segnalare?

  1. Effetto collaterale negativo: la reazione nociva e non voluta ad un medicinale veterinario che si verifica alle dosi normalmente utilizzate sull’animale la cui natura, gravità o conseguenza non è coerente con il riassunto delle caratteristiche del prodotto.
  2. Effetto collaterale negativo su soggetto umano: la reazione nociva e non voluta che si verifica in un soggetto umano a seguito dell’esposizione ad un medicinale veterinario.
  3. Grave effetto collaterale negativo: effetto collaterale che provoca il decesso o mette in pericolo la vita di un animale, ne provoca disabilità o incapacità significativa o rappresenta una anomalia congenita o un difetto alla nascita o produce segni permanenti o duraturi nell’animale trattato.
  4.  Uso improprio: l’uso di un medicinale veterinario in modo non conforme a quanto indicato nel riassunto delle caratteristiche de prodotto; il termine si riferisce anche all’abuso grave o all’uso scorretto di un medicinale veterinario e all’uso in deroga.
  5. Diminuzione dell’efficacia: diminuzione dell’efficacia clinica del trattamento con i medicinale veterinario rispetto a quella attesa in base alle indicazione per l’uso riportate nel sommario delle caratteristiche del prodotto e nel foglietto illustrativo.
  6. Danni ambientali: derivanti dall’uso del farmaco veterinario, evidenti, confermati o sospetti.
  7. Alterazione dei tempi di sospensione: risultati di studi e analisi che possono far dubitare della validità dei tempi di attesa e rendere insicuri gli alimenti per il consumatore

Partecipando al sistema di segnalazione contribuirete a migliorare la conoscenza sui medicinali veterinari con beneficio per gli animali, i vostri clienti e la professione veterinaria

Modulistica

E’ possibile fare la segnalazione direttamente dal nostro sito, tramite l’apposito form

FAI LA SEGNALAZIONE ON-LINE 

Oppure, scaricando la scheda di segnalazione del Ministero della Salute cliccando il link sopra riportato (file word) e inviandola, debitamente compilata, a centroumbrofarmacovigilanza@izsum.it, mettendo come oggetto “Segnalazione di sospetta reazione avversa al farmaco veterinario”.

SCARICA E COMPILA LA SCHEDA DI SEGNALAZIONE 

Tempistica segnalazione:

·   6 giorni lavorativi per le reazioni avverse gravi

·  15 giorni lavorativi per tutte le altre


 Istruzioni aggiuntive:

I documenti trasmessi da posta elettronica tradizionale vanno firmati elettronicamente e corredati dalla copia del documento di identità del legale rappresentante oppure tramite posta tradizionale o consegna a mano a:
Centro Regionale di Farmacovigilanza Veterinaria
Responsabile dr.sa Marinella Capuccella
c/o Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche
Via G. Salvemini 1
06126 Perugia

Indicando sulla busta “Segnalazione di sospetta reazione avversa al farmaco veterinario”

Contatti:

Responsabile: dr.ssa Marinella Capuccella
tel.: 0753433031


Servizio Civile Nazionale.  Sistema Nazionale per l'accreditamento dei laboratori. 



© 2006 Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche.  All rights reserved.